Contratti Software e del Web

Consulenza legale per la redazione e gestione di contratti software e informatici
A cura dell'avvocato Nicola ferrante

Informazioni Obbligatorie Contratti Internet o Telematici

Il decreto legislativo 9 aprile 2003 n. 70 fissa regole molto precise volte alla tutela dei consumatori per tutte quelle attività o proposte commerciali che si svolgono tramite la rete internet (contratti telematici in genere), e quindi non solo per l'attività di e-commerce, ma per qualsiasi offerta a pagamento o servizio commerciale proposto tramite il web.
In tal caso, l'imprenditore o il professionista che operano tramite il web, devono rendere facilmente accessibili, in modo diretto e permanente, ai destinatari del servizio le seguenti informazioni:

  • il nome, la denominazione o la ragione sociale;
  • il domicilio o la sede legale;
  • gli estremi che permettono di contattare rapidamente l'imprenditore o professionista e di comunicare direttamente ed efficacemente con lo stesso, compreso l'indirizzo di posta elettronica;
  • il numero di iscrizione al repertorio delle attività economiche, REA, o al registro delle imprese;
  • gli elementi di individuazione nonché gli estremi della competente autorità di vigilanza qualora un'attività sia soggetta a concessione, licenza od autorizzazione;
  • il numero della partita IVA o altro numero di identificazione considerato equivalente nello Stato membro, qualora il prestatore eserciti un'attività soggetta ad imposta;
  • l'indicazione in modo chiaro ed inequivocabile dei prezzi e delle tariffe dei diversi servizi forniti, evidenziando se comprendono le imposte, i costi di consegna ed altri elementi aggiuntivi da specificare;
  • l'indicazione delle attività consentite al consumatore e al destinatario del servizio e gli estremi del contratto qualora un'attività sia soggetta ad autorizzazione o l'oggetto della prestazione sia fornito sulla base di un contratto di licenza d'uso.

Prima dell'inoltro dell'ordine da parte del consumatore, l'imprenditore o il professionista deve fornire in modo chiaro, comprensibile ed inequivocabile, le seguenti informazioni :

  • le varie fasi tecniche da seguire per la conclusione del contratto;
  • il modo in cui il contratto concluso sarà archiviato e le relative modalità di accesso;
  • i mezzi tecnici messi a disposizione del destinatario per individuare e correggere gli errori di inserimento dei dati prima di inoltrare l'ordine al prestatore;
  • gli eventuali codici di condotta cui aderisce e come accedervi per via telematica;
  • le lingue a disposizione per concludere il contratto oltre all'italiano;
  • l'indicazione degli strumenti di composizione delle controversie.

Le clausole e le condizioni generali del contratto proposte al destinatario devono essere messe a disposizione del consumatore in modo che gli sia consentita la memorizzazione e la riproduzione.

Inoltre, l'imprenditore o il professionista deve, senza ingiustificato ritardo e per via telematica, accusare ricevuta dell'ordine del destinatario contenente un riepilogo delle condizioni generali e particolari applicabili al contratto, le informazioni relative alle caratteristiche essenziali del bene o del servizio e l'indicazione dettagliata del prezzo, dei mezzi di pagamento, del recesso, dei costi di consegna e dei tributi applicabili.

Per informazioni sulla nostra consulenza per la redazione  e gestione di contratti  del software e del web vai a questa pagina o contatta lo studio alla mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,  al numero 328-9687469 o tramite il modulo di conttatto sottostante.

Contatto diretto

* Trattamnto dei dati in base alla legge sulla privacy
captcha
Ricarica